noemisechi

Nov 032021
 

Rivedi il video (dal minuto 08:00) della partecipazione di alcuni docenti dell’Università degli Studi di Cagliari a Buongiorno Regione Sardegna, la striscia informativa curata ogni giorno dal TGR Rai Sardegna.

Danilo Pani (al minuto 09:00 del video), Davide Spano e Luigi Atzori sono stati intervistati all’interno di un servizio sui loro progetti di ricerca, mentre Massimo Barbaro è stato protagonista di una diretta da Sanluri. Il professore è stato intervistato da Elena Laudante tra le vigne della Cantina Su’entu, azienda con la quale va avanti il progetto Acuadori. La ricerca al servizio del territorio, per quella che i colleghi del TG hanno definito “L’università dell’innovazione”.

Link al video sul canale YouTube di UniCa: https://youtu.be/b_15RiDnTPA

Ott 142021
 

La teleriabilitazione oltre la videoconferenza: il sistema DoMoMEA per la neuroriabilitazione post-ictus

Sabato 9 ottobre, durante l’evento ECM organizzato dalla SIMFER Sardegna (Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa) al Caesar’s Hotel di Cagliari, il Responsabile del progetto Danilo Pani ha presentato ai partecipanti l’intero sistema di tele-riabilitazione domiciliare realizzato dal progetto DoMoMEA.

Sono stati approfonditi i benefici che un sistema di tele-riabilitazione domiciliare di questo tipo può apportare sia a pazienti con esiti di ictus cerebrale che al territorio sardo e non solo. Sono state ripercorse le fasi che hanno caratterizzato il progetto in sé e per sé, le sue peculiarità e tutte le tecnologie impiegate, che rendono DoMoMEA estendibile ed adattabile a diversi ambiti.

Il progetto a suscitato un notevole interesse da parte del pubblico in sala che, in parte, già conosceva DoMoMEA.

Ricordiamo, inoltre, che Mauro Piria, Segretario della SIMFER Sardegna, è stato in questi anni parte integrante del cluster di ricerca.

Qui il programma della giornata con il titolo degli interventi.

Ott 112021
 

DoMoMEA alla Conferenza BioCAS 2021: a Neuromotor Telerehabilitation System for Post-Stroke Patients

 

In occasione della Conferenza IEEE BioCAS 2021 (October 6-9, 2021), il Responsabile del progetto Danilo Pani, insieme a Marco Monticone, Andrea Cereatti e a parte del team di ricercatori coinvolti nel progetto, hanno presentato il funzionamento e lo status attuale del sistema di tele-riabilitazione domiciliare realizzato.

Durante la Live Demo Session del 9 ottobre, sono state descritte le peculiarità e le tecnologie impiegate nel progetto DoMoMEA utili a ripristinare le funzionalità dei pazienti con deficit neuromotori conseguenti ad ictus cerebrale. Risultati, limiti, opportunità e sfide che l’elettronica offre, tutto questo è Biomedical Circuits and Systems Conference.

Qui il programma di IEEE BioCAS 2021.

Ott 062021
 

Prime valutazioni di usabilità per il sistema di teleriabilitazione realizzato da DoMoMEA

In occasione del 21° CONGRESSO SIAMOC, organizzato dalla Società Italiana di Analisi del Movimento in Clinica (SIAMOC), il Responsabile del progetto Danilo Pani, per l’Università di Cagliari, e Marco Caruso, per l’Università di Sassari, attualmente Politecnico di Torino, hanno presentato il funzionamento e lo status attuale del sistema di tele-riabilitazione domiciliare realizzato. Durante la sessione di venerdì 1 ottobre, dedicata alla tematica della teleriabilitazione e del telemonitoraggio (sessione 3B), l’obiettivo delle due presentazioni è stato dare una prima valutazione sull’affidabilità degli algoritmi di ricostruzione della cinematica articolare e sull’usabilità del sistema, quest’ultima testata su un campione composto da 11 volontari anziani sani (69 ± 10 anni).

Sono state ripercorse le fasi che hanno caratterizzato il progetto in sé e per sé, le sue peculiarità e tutte le tecnologie impiegate, che rendono DoMoMEA estendibile ed adattabile a diversi ambiti.

Il congresso era dedicato e riservato ai soli Soci SIAMOC. Tra i Soci sostenitori della Società (gold members) anche GPEM, azienda appartenente al cluster del progetto DoMoMEA.

 

Ott 022021
 

DoMoMEA sfrutta sensori indossabili inerziali e di pressione per l’analisi quantitativa del movimento del paziente durante l’esercizio riabilitativo, fornendo feedback di vario tipo

 

La tecnologia progredisce per sete di scoperte, ma col fine di migliorare la vita delle persone. Soprattutto quelle affette da malattie o disabilità. Un’area, quella dedicata alle novità mediche e riabilitative, che avrà ampio spazio al Maker Faire di Roma, in programma dall’8 al 10 ottobre.

Tra le più interessanti c’è DoMoMEA, un sistema semi automatizzato di tele-riabilitazione domiciliare a basso costo pensato per pazienti affetti da disabilità neuromotoria lieve o moderata a seguito di ictus cerebrale.  Continua a leggere la notizia sul sito di La Repubblica

 

Set 252021
 

Il progetto DoMoMEA partecipa al contest MAKE to CARE organizzato in occasione del Maker Faire Rome 2021

 

 

 

DoMoMEA è tra gli undici progetti semifinalisti del MAKEtoCARE il contest promosso da Sanofi Italia, in collaborazione con Maker Faire Rome -The European Edition, che promuove tutte le forme di innovazione volte a migliorare la vita di chi vive con una disabilità.

A votare i progetti sarà il pubblico. Dal 27 Settembre,  nelle stories del canale Instagram di @sanofi_italia, verranno condivisi due progetti al giorno. Venerdì 1 Ottobre, dalle ore 11.00 e per le successive 24 ore, sarà possibile votare il progetto DoMoMEA, assegnando una preferenza da 1 a 3 stelle al video realizzato dal Responsabile Scientifico Danilo Pani.

I sei progetti più votati accederanno alla finalissima che si svolgerà a Roma il prossimo 27 ottobre.

L’augurio è che possa arrivare in finale non solo l’idea e il sistema di telemedicina ma anche l’entusiasmo dell’intero cluster che lo ha realizzato, composto da ricercatori e ricercatrici di due Università italiane (Università degli Studi di Cagliari e Università di Sassari) e da undici imprese.

 

Scopri gli 11 progetti finalisti dell’edizione 2021

UniCa alla Maker Faire 2021

 

Set 222021
 

Il 24 Settembre DoMoMEA parteciperà a “Sharper – Notte Europea dei Ricercatori Torino”

 

La Notte Europea dei Ricercatori torna nelle città di Ancona, Cagliari, Camerino, Catania, Genova, L’Aquila, Macerata, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia, Sassari, Terni, Torino, Trento e Trieste per raccontare la passione, le scoperte e le sfide dei ricercatori di tutta Europa attraverso mostre, spettacoli, concerti, giochi, conferenze e centinaia di altre iniziative rivolte al grande pubblico.

Oltre 120 le istituzioni, i partner culturali gli enti di ricerca coinvolti. Tra questi, CNR, INAF e INGV, pronti a riportare nelle piazze e nei laboratori le oltre 200 iniziative previste e a sviluppare creativamente le nuove forme di interazione digitale sperimentate nell’edizione 2020.
In linea con le tematiche dell’edizione 2020, SHARPER rinnova l’attenzione verso il rapporto tra i ricercatori e le sfide dei Sustainable Development Goals.
All’indomani della crisi globale innescata dalla pandemia emerge, con sempre maggiore evidenza, il ruolo dei ricercatori come mediatori consapevoli tra le comunità di cittadini e le sfide imposte dalla contemporaneità, tradotte dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in prospettive per il futuro: dal diritto alla salute a un’educazione di qualità per tutti, dall’urgenza delle questioni climatiche alle tematiche legate al gender gap.

 

L’edizione 2021 segna il tanto atteso ritorno degli eventi dal vivo, per recuperare quel dialogo informale e immediato, ma sempre rigoroso, che caratterizza l’evento.

 

L’anno scorso il team di ricerca del Prof. Danilo Pani, dall’Università degli Studi di Cagliari, ha partecipato all’edizione SHARPER 2020 Cagliari coinvolgendo in più possibile i visitatori virtuali interessati all’avanzamento del progetto di tele-riabilitazione neuromotoria. Quest’anno, invece, sarà possibile incontrare il gruppo di ricerca del Prof. Andrea Cereatti, composto da Marco Caruso, Francesca Salis, Diletta Balta e Rachele Rossanigo, nella cornice del Castello del Valentino a Torino.

I “Laboratori della Ricerca” dedicati a salute, biologia, biotecnologia si svolgeranno nell’Isola D (dalle ore 15:00 alle ore 24:00) e la sessione dedicata al progetto, dal titolo “LA TELERIABILITAZIONE: DAI PRINCIPI ALLA DIMOSTRAZIONE”, avrà l’obiettivo di mostrare il funzionamento del sistema ai visitatori e far sì che i visitatori interagiscano con esso.

 

Qui tutti i “Laboratori della Ricerca” che si svolgeranno presso il Castello del Valentino a Torino.

Giu 232021
 

DoMoMEA: a home neuromotor telerehabilitation system for stroke patients

In occasione del VII Congresso del Gruppo Nazionale di Bioingegneria (GNB2020), tenutosi dal 9 all’11 giugno 2021 in modalità virtuale, anche il team che da anni lavora al progetto DoMoMEA ha partecipato.

A partecipare e a raccontare le motivazioni che, fin dal primo momento, sono state la spinta propulsiva per la realizzazione di un sistema semi-automatizzato di teleriabilitazione domiciliare a basso costo per pazienti con disabilità moderata causata da ictus cerebrale, è stato: Andrea Zedda, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica (DIEE) dell’Università degli Studi di Cagliari. Durante la breve presentazione del progetto, intitolata DoMoMEA: a home neuromotor telerehabilitation system for stroke patients, sono stati approfonditi contesto, obiettivi e aspetti più tecnologici, come la composizione dell’intero sistema e dei suoi singoli dispositivi.

L’obiettivo del GNB è promuovere e coordinare le attività di ricerca e di formazione nel settore della bioingegneria svolte in Italia presso Università, enti di ricerca pubblici e privati e altri enti. Su base biennale viene perciò organizzato il Congresso, che rappresenta la “vetrina” per le attività di ricerca nell’ambito della bioingegneria italiana. In particolare questa edizione, che si sarebbe dovuta svolgere nel 2020 a Trieste, per via dell’emergenza COVID-19 si è svolta solo quest’anno e in modalità virtuale, a cura dell’Università degli Studi di Trieste.
Durato complessivamente tre giorni, ognuno dei quali dedicato ad un aspetto dell’Ingegneria (Informatica ed Elettronica, Biomeccanica clinica e Bioingegneria applicata), il Congresso ha visto l’alternarsi di numerosi speaker durante le poster session e le podium session virtuali. Il programma delle tre giornate è ancora disponibile e consultabile sul sito dell’evento.

 

Apr 022021
 

Sabato 27 marzo 2021 si è svolto, in modalità FAD sincrona sulla piattaforma Zoom, il final meeting del progetto DoMoMEA.

Molteplici e variegati sono stati gli interventi durante tutto l’arco della mattinata.
Due gli ospiti esterni al progetto coinvolti: il Dott. Maurizio Melis dell’ARNAS G. Brotzu di Cagliari, che ha approfondito il percorso diagnostico-terapeutico dei pazienti con ictus cerebrale, e la Prof.ssa Maura Casadio dell’Università degli Studi di Genova che ha presentato le tecnologie robotiche per la neuroriabilitazione del paziente post-ictus in clinica.
Quindi è toccato ai timonieri dei gruppi di ricerca coinvolti, il Responsabile Scientifico Prof. Danilo Pani, il Prof. Andrea Cereatti e il Prof. Marco Monticone, e ad una parte dei tanti giovani ricercatori e ricercatrici dei tre gruppi di ricerca che hanno reso DoMoMEA una realtà: Andrea Zedda, Elisa Gusai, Salvatore Spanu e Andrea Pibiri per l’Università degli Studi di Cagliari, e Marco Caruso per l’Università degli Studi di Sassari.

Non sono mancati video dimostrativi dell’intero sistema di tele-riabilitazione neuromotoria domiciliare sviluppato, per presentare nello specifico l’esecuzione, la misurazione e la registrazione delle informazioni derivate dagli esercizi del protocollo riabilitativo. In chiusura, gli spunti per opportunità di finanziamento ulteriori da parte di Sardegna Ricerche presentati dal Dott. Dario Carbini e la testimonianza di YouandTech, una delle imprese più attive del Cluster.

Oltre 200 i partecipanti che hanno seguito l’intero evento, tra studenti e professionisti del settore, 173 gli attestati di profitto conseguiti al termine dell’evento. Ma è solo l’inizio: non finisce qui!

Ringraziamo di cuore tutti coloro che con grande passione e professionalità hanno lavorato alla realizzazione del progetto.
Grazie a tutte le imprese coinvolte nel Cluster e alla loro attiva partecipazione.
Grazie al provider ECM Accademia Eraclitea per il supporto nella gestione dell’evento.
Last but not least, grazie Sardegna Ricerche per la fiducia che ci ha dimostrato nel finanziare il progetto e per l’apertura verso ulteriori sviluppi dello stesso.

La sperimentazione clinica sta per iniziare presso l’ARNAS G. Brotzu di Cagliari, grazie all’interesse e alla passione dei clinici coinvolti. Stay tuned!

Mar 222021
 

Il progetto DoMoMEA al webinar su “La Teleriabilitazione nell’era del Covid-19”

Il Responsabile Scientifico del progetto Prof. Danilo Pani e il Prof. Dott. Marco Monticone sono stati invitati, in qualità di relatori, al webinar ECM “La Teleriabilitazione nell’era del Covid-19” che si svolgerà il prossimo 12 giugno 2021

Nel programma del webinar, organizzato dal Prof. Calogero Foti su richiesta del Direttore Scientifico Dott. Francesco Cirillo della Fondazione S. Angela Merici di Siracusa, realtà operante nel settore della riabilitazione, è prevista una fitta serie di interventi durante l’intero arco della mattinata (dalle 9:00 alle 14:00).

In un momento storico in cui la telemedicina da semplice soluzione di emergenza si è trasformata in opportunità atta a garantire continuità assistenziale, ponendo al centro il cittadino-paziente, è importante analizzare da vari punti di vista gli impieghi e i benefici di una tele-riabilitazione che integri i tradizionali servizi riabilitativi.

Nello specifico l’intervento del Prof. Pani e del Prof. Monticone (previsto per le ore 10:00) riguarderà la tele-riabilitazione neuromotoria e il protocollo riabilitativo domiciliare per pazienti con esiti di ictus cerebrale proposto dal progetto cluster top-down DoMoMEA.

Qui ulteriori informazioni sul webinar e la scaletta completa degli interventi.

Qui l’Abstract Book del Webinar in formato PDF 

credits unica.it Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy