Gen 092020
 

Resoconto informale del Senato Accademico

20 Dicembre 2019

 

 

Comunicazioni del Rettore

 

  1. Candidati ai test d’ingresso e dati provvisori iscrizioni.

Il Rettore comunica che la politica che si sta attuando nell’ambito della ricerca, della didattica e della terza missione sta dando risultati positivi. Il Prof. Putzu, Prorettore alla didattica, sottolinea il trend in ascesa delle immatricolazioni alle Lauree Triennali, Magistrali a ciclo unico e alle Lauree Magistrali dal A.A. 2016/2017 al A.A. 2019/2020. Il Progetto Orientamento, l’attività capillare nelle Reti di scuole della Sardegna da parte delle diverse strutture dell’Ateneo interessate e l’attivazione della campagna informativa multicanale hanno consentito di incentivare le immatricolazioni, che al 07.11.2019 (dati ancora non assestati) presentano un aumento del 10,7% alle Triennali, del 6,7% alle Magistrali a ciclo unico e del 23,6% alle Magistrali. Si vedano le tabelle nelle slides.

 

  1. Bozza di criteri generali per la programmazione delle priorità dei SSD sui quali inserire una richiesta di concorsualità da parte dei dipartimenti dell’Ateneo.

Il Rettore presenta al Senato Accademico una bozza della lettera che invierà ai Direttori di Dipartimento, nella quale si enunciano i CRITERI GENERALI che i Dipartimenti dovranno seguire per stabilire le priorità nella programmazione. Questa deve avere come obiettivo il miglioramento degli indicatori di Ateneo in termini di qualità media della didattica, della ricerca e della terza missione.

Nella lettera viene specificato che a tale scopo la programmazione deve essere coerente con il Piano Strategico di Ateneo e il Documento di Politica della Didattica di Ateneo. La programmazione deve partire dalla valutazione dei settori concorsuali presenti nei Dipartimenti, dalla quale devono emergere criticità e positività, e dall’impatto di ciascun settore su:

– i valori degli indicatori del Piano Strategico di Ateneo;

– i parametri e i vincoli della Programmazione Triennale di Ateneo;

– i parametri della Premialità annuale del FFO, sia relativamente ai Dipartimenti, sia alle Facoltà e ai Corsi di studio;

– i parametri della VQR a livello di Dipartimento;

– gli indicatori di riequilibrio presenti nel Piano Triennale del Dipartimento.

La valutazione dell’impatto di ciascun settore, anche se specifica per i Dipartimenti, deve essere riferita a dati oggettivi di Ateneo. Ogni Dipartimento, solo a fini istruttori, deve avvalersi di una Commissione (che potrebbe essere anche la Giunta o la CAV) composta da un rappresentante di ogni Settore concorsuale presente in Dipartimento.

 

  1. Human Technopole. Un emendamento vincola 60% delle risorse alla ricerca pubblica.

Via libera in commissione Bilancio al Senato all’emendamento per dare accesso ai ricercatori universitari, degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico e degli enti pubblici di ricerca alle risorse dello Human Technopole, l’Istituto italiano di ricerca per le Scienze della Vita, presentato a prima firma della senatrice a vita Elena Cattaneo. La cifra che si chiede di vincolare è pari a circa 84 milioni di euro l’anno, sui 140 milioni l’anno del finanziamento della Fondazione Technopole È prevista una Commissione indipendente per la valutazione dei progetti di ricerca che saranno presentati. Per approfondimenti si vedano le slides.

 

  1. Autorizzazione all’emanazione del bando per n. 12 posti di telelavoro

Il Direttore Generale informa il Consiglio che dal 31.12.2019 scadranno i contratti per Telelavoro banditi per il triennio 2017/2019, pertanto è necessario procedere alla emanazione del bando per una nuova selezione che garantisca la continuità dell’istituto e consenta ai dipendenti in Telelavoro, che ancora posseggono i requisiti, di continuare a operare con tale modalità lavorativa.

 

  1. Autorizzazione all’emanazione del bando per lavoro agile (smart working)

Il Direttore Generale ricorda al Consiglio quanto previsto dall’Obiettivo strategico AQ3 consistente nel Promuovere le pari opportunità, l’inclusione e l’integrazione e favorire il benessere organizzativo nell’Ateneo. Tra le azioni previste ai fini della realizzazione dell’obiettivo si prevede espressamente di favorire progetti di telelavoro e smart working (AQ3 b). Il lavoro agile ha la finalità di favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro del personale delle pubbliche amministrazioni riconoscendo priorità alle richieste di lavoro agile formulate dalle lavoratrici nei tre anni successivi alla conclusione del periodo di congedo di maternità, ovvero dai lavoratori con figli in condizioni di disabilità. Il CdA ha deliberato di autorizzare l’emanazione del bando per il lavoro agile 2020 a favore di almeno il 10% del personale TAB.

 

  1. Monitoraggio attività Spin Off. Relazione annuale ANNO 2018

Il Rettore comunica al Senato Accademico la verifica delle attività e dei risultati degli spin off dell’Università di Cagliari con riferimento all’anno 2018, scaturenti dalla relazione di monitoraggio, trasmessa dalla Prof.ssa Maria Chiara Di Guardo in qualità di Presidente della Commissione tecnica brevetti e spin off. Per approfondimenti si vedano le slides.

 

  1. Nota del Prorettore per la ricerca su VQR 2015-2019: Avvio delle attività

Il Prorettore delegato per la ricerca Prof.ssa Micaela Morelli comunica che a seguito della pubblicazione del DM contenente le Linee guida cui dovrà ispirarsi la nuova VQR 2015- 2019 (n. 1110 del 29 novembre 2019) sono state messe in campo alcune attività preparatorie all’esercizio di valutazione.

In attesa della pubblicazione del bando, prevista entro la metà di gennaio, la Direzione per la Ricerca e il territorio ha effettuato una analisi testuale del decreto, per evidenziare le principali novità rispetto alla precedente edizione. Sono stati inoltre inviate due comunicazioni ai Direttori dei Dipartimenti per invitare alla lettura delle nuove Linee guida e per richiamare l’attenzione su alcuni aspetti quali:

– opportunità di istituire o riattivare la Commissione VQR, in modo che sia rappresentativa dei gruppi di ricerca del dipartimento, e coinvolgendo anche direttamente CAV e Giunta;

– scelta dei possibili prodotti, tenendo a mente che non saranno conteggiate le autocitazioni;

– suggerimenti per possibili candidature di esperto non accademico per la costituzione del GEV interdisciplinare, ai fini della valutazione della terza missione (art. 3, c. 4);

– possibili casi di studio di terza missione sviluppati dal Dipartimento da sottoporre alla valutazione, di cui sia dimostrabile la rilevanza in termini di originalità, rigore metodologico e impatto nella comunità scientifica internazionale e/o nella società e la coerenza con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Con la nota sono inoltre stati inviati il citato documento di analisi delle Linee guida e la recente Nota ministeriale ai Rettori, contenente precisazioni in tema di accessibilità dei prodotti da conferire (chiarendo che anche le pubblicazioni su riviste NON Open Access saranno valutabili).

È opportuno far presente, inoltre, che è prevista la valutazione dei prodotti di coloro che “hanno conseguito il dottorato di ricerca nell’istituzione nel quinquennio 2012-2016” (art. 2, c. c, lett. b).

Al momento non si hanno ulteriori dettagli sul numero e sulle tipologie di pubblicazioni selezionabili.

In ogni caso si è attivata una prima interlocuzione con la Direzione per la didattica e l’orientamento per il recupero delle informazioni sui Dottori di ricerca, che dovrebbero rientrare nella rilevazione.

 

 

PARTE A

 

Pratica 1 – POLITICHE DELLA QUALITÀ

a) Presentazione prime proposte di aggiornamento del documento strategico e di programmazione integrata (DSPI)

Entro Gennaio 2020 il Consiglio di Amministrazione dovrà approvare l’aggiornamento 2020 del DSPI previo parere del Senato Accademico. Il documento presenta alcune novità rispetto al precedente aggiornamento, in particolare introduce specifici obiettivi volti a garantire una maggiore attenzione allo sviluppo sostenibile e alla diffusione di buone pratiche, in linea con quelli previsti dall’ONU nell’Agenda 2030.

Il Documento, che conterrà 5 allegati, è articolato some segue: una sezione introduttiva che illustra le informazioni di maggiore utilità per i portatori di interesse; una sezione dedicata al Piano Strategico 2017 2021; una sezione sul Documento di Programmazione Triennale MIUR (L. 43/2005); una sezione sulle Politiche della Qualità di Ateneo; una sezione sulle Politiche per il supporto degli studenti con disabilità, disturbi dell’apprendimento e altri bisogni educativi speciali; una sezione sul Piano Integrato 2018-2020. (Per approfondimenti si rimanda alle slides).

Il Senato Accademico prende atto e condivide la proposta di aggiornamento del Piano Integrato presentato nel corso della seduta, e dà mandato al Rettore di completare il documento valutando anche le proposte che i Senatori si riservano di presentare entro il 15 gennaio 2020.

 

b) Comunicazione relativa all’aggiornamento del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della trasparenza (P.T.P.C.T.)

Si presentano al Senato Accademico le seguenti proposte di aggiornamento del Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2020 2022 (P.T.P.C.T.) per ricevere suggerimenti ed eventuali indicazioni prima della presentazione del piano per la sua definitiva approvazione entro gennaio 2020:

– a seguito della riorganizzazione delle strutture di Ateneo (prevista per il 2020), si dovrà provvedere all’aggiornamento della mappatura dei processi, a una revisione dell’analisi del rischio corruttivo per i processi aggiornati e alla definizione del rischio corruttivo dei nuovi processi;

– prevedere, a seguito della conclusione del progetto “Su Misura” (aggiornamento del codice etico e di comportamento), l’inserimento di nuove norme da integrare nella sezione “Studenti” e “Personale docente” del suddetto codice;

– definire l’atto dispositivo sulla rotazione ordinaria del personale (a cura della Direzione per il personale) sui criteri definiti nel PTPCT 2020 2022 e nel PNA 2019, tenendo conto delle esigenze gestionali e organizzative;

– attuare un monitoraggio sulle misure di prevenzione della corruzione, generiche (definite nell’allegato A) e specifiche (definite nell’allegato B).

Il Senato Accademico prende atto della comunicazione.

 

d) Presentazione progetto the Shifters: una strategia per valorizzare la terza missione

La Prof.ssa Maria Chiara Di Guardo, Prorettore delegato per il territorio e l’innovazione, presenta il progetto “The Shifters, la terza missione”. Volto a raccontare la Terza Missione dell’Ateneo di Cagliari e ad avvicinare l’Ateneo al vasto pubblico, the Shifters è un progetto di comunicazione multimediale che prevede la realizzazione di una serie di cortometraggi di narrativa, ispirati e scritti a partire da ricerche concrete e attualmente portate avanti dall’Università di Cagliari, che verranno distribuiti gratuitamente sul web. È prevista la realizzazione di quattro episodi, ognuno dei quali sarà accompagnato da una serie di documentari che raccontino i retroscena su come ricerca e narrativa abbiano trovato un punto di contatto. I corti sono frutto del confronto tra creativi del mondo cinematografico e ricercatori, professori e dottorandi, e indagano gli sviluppi e le ripercussioni che la ricerca può avere sulla società. Ogni episodio ha la durata di circa 10-12 minuti per poter essere fruito agevolmente sul web come un cortometraggio.

Il primo episodio, intitolato “Di notte c’erano le stelle”, si sviluppa da dieci ricerche scientifiche condotte all’interno dell’ateneo cagliaritano e ha coinvolto dodici ricercatori appartenenti a cinque dipartimenti differenti. Per il lancio del primo episodio si organizzerà un evento nel mese di febbraio 2020 a cui si inviteranno giornalisti, blogger e divulgatori scientifici ed esponenti del mondo della ricerca locali e nazionali. Per approfondimenti si vedano le slides.

Il SA approva l’obiettivo divulgativo della ricerca di UniCa e prende atto della comunicazione ricevuta.

 

e) Resoconto candidatura UNICA al progetto MIUR Heinnovate

HEInnovate (https://heinnovate.eu) è un progetto promosso da UE e OCSE e, per l’Italia, dal MIUR, con l’obiettivo di valutare le capacità imprenditoriali delle Università intese come competenze legate al trasferimento tecnologico e alla promozione d’impresa, ma anche alla digitalizzazione e alla capacità di internazionalizzazione. Undici atenei italiani, fra i quali il nostro, sono stati oggetto di visita del team dei valutatori OCSE/UE e sottoposti ad una attenta analisi di tutte le dimensioni oggetto del rapporto. L’Università degli Studi di Cagliari ha ricevuto la visita dei valutatori nel novembre 2018.

La valutazione complessiva dell’Ateneo cagliaritano è stata più che lusinghiera. Nel rapporto di valutazione viene dedicata particolare attenzione alle attività legate alla digitalizzazione e alla capacità di diffusione di competenze digitali, al Contamination Lab e alle attività del CREA, Centro Servizi di Ateneo per l’Innovazione e l’Imprenditorialità, definito come un collegamento cruciale tra imprenditori, stakeholder, idee e opportunità emergenti all’interno dell’Università di Cagliari, e ai progetti di internazionalizzazione.

Il Senato Accademico prende atto della comunicazione.

 

Pratica 2. Parere su bilancio unico d’Ateneo di previsione a) Assestamento del Budget degli investimenti 2019-2021 b) BILANCIO UNICO D’ATENEO DI PREVISIONE ANNUALE 2020 e triennale 2020-2022.

Il Direttore generale Dott. Urru presenta il bilancio unico d’Ateneo e sottolinea che l’Università di Cagliari è ancora interessata da progressive e importanti riduzioni dei trasferimenti dal MIUR, in parte compensati dai contributi della Regione Sardegna. Per l’esercizio 2020, si conferma la necessità di una gestione orientata al contenimento della spesa, seppur nella prospettiva di garantire il perseguimento degli obiettivi di qualità dei servizi offerti e sostegno alla ricerca e alla didattica.

Grazie alle ormai consuete politiche di contenimento della spesa, il budget 2020 garantisce il regolare svolgimento di tutte le attività (ricerca, didattica, servizi amministrativi).

Per un approfondimento si vedano le slides.

Il SA esprime parere favorevole:

1 – sull’assestamento del Budget degli investimenti 2019-2021;

2 – sul Bilancio unico d’Ateneo composto dal budget economico e degli investimenti 2020 e dal budget economico e degli investimenti pluriennale 2020-2022 articolato nei seguenti documenti:

a) Budget economico 2020;

b) Budget degli investimenti 2020;

c) Budget economico pluriennale 2020-2022;

d) Budget degli investimenti pluriennale 2020-2022;

e) Bilancio preventivo unico d’Ateneo non autorizzatorio in contabilità finanziaria;

f) Budget economico e Budget degli investimenti 2020 riclassificati in base al decreto interministeriale del 10 dicembre 2015 n. 925 per rispondere ai principi di comparazione interna ed esterna;

g) Relazioni di accompagnamento;

3 – sul prospetto contenente la classificazione della spesa complessiva per missioni e programmi, con relativa Relazione di accompagnamento;

4 – sul quadro dei costi riclassificati per natura che si prevede di sostenere nelle annualità 2020-2022, già autorizzati in anni passati su progetti in corso e dimostrazione della relativa copertura economica.

 

Pratica 3. Sorteggio dei commissari esterni per le commissioni giudicatrici delle procedure per il reclutamento di complessivi n. 12 professori ordinari (D.R. n. 1165 del 18.10.2019 – avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4a Serie Speciale – n. 84 del 22.10.2019).

Si vedano le slides.

 

Pratica 4. Indicazione nominativi dei commissari esterni per le commissioni giudicatrici delle selezioni pubbliche per il reclutamento di complessivi n. 8 ricercatori a tempo determinato di tipologia b) (D.R. 18.10.2019, n. 1164 – avviso pubblicato nella gazzetta ufficiale – 4° Serie Speciale – n. 84 del 22.10.2019).

Si vedano le slides.

 

Pratica 5. INDICAZIONE NOMINATIVO DEL COMMISSARIO ESTERNO PER LA COMMISSIONE GIUDICATRICE DELLA SELEZIONE PUBBLICA PER IL RECLUTAMENTO DI N. 1 RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO DI TIPOLOGIA A) PRESSO IL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA ED ELETTRONICA PER IL SETTORE CONCORSUALE 09/H1 (profilo SSD ING-INF/05) FINANZIATO CON FONDI PRIN 2017 E DALLE AZIENDE Geen Bit SpA E Net4Marker-Csamed Srl. (D.R. 11.11.2019 N.1269 – AVVISO PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE – 4ª SERIE SPECIALE – N. 90 DEL 15.11.2019).

Si vedano le slides.

 

Pratica 6. CHIAMATE DIRETTE COFINANZIATE DAL MIUR (DM FFO 738/2019)

Il Rettore ricorda che l’art. 5 del D.M. n. 738 dell’8.08.2019, prevede di destinare alle Università degli incentivi, in regime di cofinanziamento al 50%, per le chiamate dirette di professori o ricercatori a tempo determinato di tipologia b), ai sensi dell’art. 1, comma 9, della legge n. 230/2005. Nella seduta del Senato Accademico del 26 novembre 2019, aveva invitato i Dipartimenti a far pervenire le richieste di proposta di chiamata diretta, tra cui scegliere quelle da presentare al MIUR. Sono pervenute cinque richieste, che sono state valutate applicando i criteri già utilizzati negli anni precedenti:

– valutazione delle esigenze scientifiche e didattiche del SSD indicato nella richiesta, tenendo conto anche della copertura dei crediti didattici dei relativi insegnamenti;

– valutazione complessiva del profilo scientifico e didattico dello studioso proposto per la chiamata, e in particolar modo del possesso dell’ASN o delle mediane per il conseguimento dell’abilitazione;

A parità di soddisfazione dei criteri su enunciati, si inseriscono i seguenti criteri, in ordine di importanza:

1) valutazione delle proposte tenendo conto della parità di genere;

2) valutazione delle proposte in relazione alle chiamate dirette già autorizzate ai singoli Dipartimenti;

3) priorità alle proposte che agevolino il rientro nella nostra regione di studiosi sardi;

4) priorità alle proposte che prevedano il rientro dello studioso nel proprio nucleo familiare.

Il Rettore propone quindi di trasmette al MIUR tutte le richieste presentate. In caso di autorizzazione Ministeriale, il consumo di PO a carico dell’Ateneo (0,35 per ciascuna chiamata dei professori associati e 0,25 per ciascuna chiamata dei RTDB) sarà imputato sulla programmazione delle assunzioni per l’anno 2020.

Il SA esprime parere favorevole per la presentazione al MIUR delle proposte di chiamata diretta cofinanziate dei seguenti professori associati:

 

N Dipartimento Nominativo Ruolo attuale

Università di appartenenza

Settore concorsuale / SSD
 

1

Scienze Chimiche e Geologiche PARSONS Drew Francis SENIOR LECTURER (associato)

University of Murdoch (Australia)

SC 03/A2 – SSD CHIM/02 Chimica fisica
 

2

Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura  

EREMEYEV Victor

PROFESSOR NADZWYCZAJNYJ (associato)

University of Gdańsk (Polonia)

SC 08/B2 – SSD ICAR/08 Scienza delle costruzioni

 

Il SA esprime parere favorevole per la presentazione al MIUR delle seguenti proposte di chiamata diretta cofinanziate di ricercatori a tempo determinato di tipologia b):

 

N Dipartimento Nominativo Ruolo attuale

Università di appartenenza

Settore concorsuale / SSD
 

1

Matematica e Informatica  

INFUSINO Maria

AKADEMISCHE MITARBEITERIN (A13) (Rtdb)

University of Kostanz (Germania)

SC 01/A3 – SSD MAT/06 Probabilità e statistica matematica
 

2

Scienze politiche e sociali FRESU Giovanni PROFESSOR ADJUNTO (Rtdb)

Universidade Federal de Uberlandia (Brasile)

SC 14/A1 – SSD SPS/01 Filosofia politica
 

3

Lettere, Lingue e Beni Culturali ARESTI Alessandro ADJUNKT (Rtdb)

University of Dalarna (Svezia)

SC 10/F3 – SSD L-FIL-LET/12 –Linguistica italiana

 

Il SA prende atto che, nel caso il Ministero non autorizzasse tutte le richieste, si procederà alle chiamate secondo l’ordine di priorità; prende atto che il relativo consumo di Punti Organico a carico dell’Ateneo (0,35 per ciascuna chiamata dei professori associati e 0,25 per ciascuna chiamata dei RTDB) sarà imputato sulla programmazione dei PO relativi alle assunzioni da effettuare nell’anno 2020.

Pratica 7. Approvazione piano mobilità studentesca internazionale – A. 2019/2020

Il Prorettore delegato per l’internazionalizzazione Prof.ssa Alessandra Carucci presenta la pratica sul Piano per la mobilità internazionale – A.A. 2019/2020 predisposta dalla Direzione per la Didattica e l’Orientamento. Si vedano le slides.

Il SA esprime parere favorevole.

 

Pratica 8: Modifica regolamento Master

Il Rettore sottopone all’approvazione del Senato Accademico la proposta di modifica del vigente Regolamento di Ateneo per l’istituzione e il funzionamento dei master (emanato con D.R. n. 75 del 14.10.2002, e s.m.i.). Evidenzia che le modifiche sono state apportate tenendo conto di quanto segue:

– delle indicazioni del Nucleo di Valutazione sui criteri da rispettare nella formulazione del piano didattico e nell’individuazione del corpo docente dei master, già presenti nella scheda per la presentazione delle proposte;

– delle raccomandazioni di semplificazione della procedura di rinnovo da parte dello stesso Nucleo;

– delle determinazioni assunte dagli Organi Accademici al riguardo e in merito ai master attivati in deroga al previsto numero minimo di partecipanti;

– delle problematiche concernenti l’avvio dei corsi e di altre criticità connesse all’applicazione delle disposizioni regolamentari.

Il SA approva.

 

PARTE B

 

Il Senato ratifica i seguenti Decreti Rettorali:

  1. Nomina del nuovo rappresentante di UNICA presso il consorzio ICOOR.
  2. Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche: ammissione stranieri extracomunitari in possesso di titolo di studio conseguito all’estero (immatricolazioni A.A. 2019/2020).
  3. Facoltà di Studi Umanistici: ammissione italiani/comunitari e stranieri in possesso di titolo di studio conseguito all’estero (immatricolazioni A.A. 2019/2020).
  4. Facoltà di Biologia e Farmacia Facoltà di Scienze: ammissione stranieri in possesso di titolo di studio conseguito all’estero (immatricolazioni A.A. 2019/2020).

 

 

I rappresentanti delle tre Macro Aree in Senato Accademico

Tatiana Cossu, Michele Mascia, Iole Tomassini Barbarossa

 

 

IMPORTANTE

Le informazioni contenute in questo resoconto informale sono intese per il solo uso interno dell’Ateneo Cagliaritano. Le informazioni che troverete nei resoconti NON HANNO valore di verbale e sono solo a titolo di informazione generale e di complemento di informazione.

Le informazioni ufficiali alle quali fare riferimento sono UNICAMENTE quelle che saranno disponibili nei verbali ufficiali approvati dal Senato Accademico dell’Università degli Studi di Cagliari. Le informazioni e i dati contenuti nei resoconti non potranno in nessun caso essere utilizzati come riferimento per azioni contro i singoli redattori, gli organi di governo dell’Ateneo o l’Ateneo stesso.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar