Progetto A.A. 2016/2017

 

LA NOSTRA ESPERIENZA/ IL NOSTRO PROGETTO A.A. 2016/2017

Il portale online eTwinning ha permesso al nostro gruppo di aprirsi a un mondo collaborativo, dinamico e di condivisione dei progetti che la scuola prepara e propone.

Punto di forza è la partecipazione condivisa e innovativa di qualsiasi idea progettuale, programma e informazione, nell’intento che niente rimanga chiuso in un archivio, o depositato in uno scaffale.

In questo senso, si vuole, inoltre, raggirare quell’ostacolo che, ancora oggi, spaventa il contesto didattico degli insegnanti, ossia l’utilizzo della tecnologia, insieme all’uso della lingua inglese, essenziali per una comunicazione efficace che vada oltre ogni confine.

Riconoscere le opportunità e i benefici che derivano da questo tipo di approccio didattico risulta essere il primo ingrediente vincente verso un miglioramento dei propri strumenti didattici, una riflessione sul modo di insegnare, utilizzati nella quotidianità.

Il nostro gruppo si è voluto aprire a un confronto verso quelli che sono i diversi modi di operare della comunità didattica europea con le quali ci si è gemellati: la Polonia e la Norvegia.

La presentazione personale di ogni studente è avvenuta attraverso l’utilizzo di un Padlet; nella sezione Materiali,  sono state inserite la presentazione delle attrattive principali rispettivamente delle città di Cagliari, Elblag e la descrizione dei  tre  sistemi didattici delle rispettive università.

Questo ha dato modo di avviare un processo di comparazione e confronto tra i due mondi universitari.

Con il passo successivo si è passati all’esperienza diretta con la proposta di un’idea progettuale didattica, sulla quale lavorare insieme alla partnership, per ottenere un risultato/prodotto finale.

L’idea progettuale,  la cui ispirazione è stata tratta  dal Laboratorio di Comunicazione Efficace del prof. Marco Dallari, dell’ Università degli Studi di Trento, riguardava una differente modalità narrativa, una lettura allargata progettata dagli studenti svoltasi attraverso l’ideazione e la realizzazione di due video letture basate su materiale  narrativo selezionato.

STEP 1: Exploiting a story

Objectivies: let’s use a different narrative way to learn, using new technologies!

Purpose: create a video narration, by using a story book, in order to increase pupils’ attention and motivation to learn.

In  this STEP students:

– choose a story and share its picture/link  in this page or you can use the suggested one;

– exploit the story for the storytelling activity with pupils.

-express your opinion about the shared books in the Padlet below!

Il libro da noi scelto è stato The bear who wasn’t there and the fabulous forest, magnifica favola per ragazzi illustrata da uno dei più grandi illustratori del mondo, il tedesco Wolf Erlbruch. È la storia di un orso in cerca della
propria identità. Una storia ricca di immaginazione e di filosofia, semplice, ironica e intelligente.

Il libro scelto dall’Università polacca è stato The Pirates Next Door di  Jonny Duddle.

In seguito alla lettura da parte delle altre Università del libro vi è stato il confronto nel Padlet, che si riporta qui.

 

STEP 2: Storytelling in action

The AIM of this activity is to reflect on the storyteller’s behavior while telling the story and how it effects on the pupils’ attention and motivation.

In this STEP students: 

– read the story twice: in an open space (park, garden, at the seaside …) and in a class with pupils;

– while reading other students will record the performance. 

– upolad here your videos!

Are you ready? Go…

Di seguito i video creati:

Trailer studenti italiani ;  Video studenti italiani

Video all’esterno studenti polacchi ; Video a scuola studenti polacchi

 

STEP 3:  Evaluation and reflection

Aim: ​the aim of this stage is to evaluate the storytelling activity with primary school pupils and reflect on the experience by sharing opinions and giving feedback to partners.

Students write their comments on the following categories:

1. the challenges  of storytelling to the teacher (preparation, tasks, delivery)

2. the pupils`response to reading in the classroom and in the natural surrounding

3.  reflection on the work and inspiration for the future

Si riportano i commenti del padlet qui.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar