Progetto A.A. 2015/2016

 

LA NOSTRA ESPERIENZA/ IL NOSTRO PROGETTO A.A. 2015/2016

Il portale online eTwinning ha permesso al nostro gruppo di aprirsi a un mondo collaborativo, dinamico e di condivisione dei progetti che la scuola prepara e propone.

Punto di forza è la partecipazione condivisa e innovativa di qualsiasi idea progettuale, programma e informazione, nell’intento che niente rimanga chiuso in un archivio, o depositato in uno scaffale.

In questo senso, si vuole, inoltre, raggirare quell’ostacolo che, ancora oggi, spaventa il contesto didattico degli insegnanti, ossia l’utilizzo della tecnologia, insieme all’uso della lingua inglese, essenziali per una comunicazione efficace che vada oltre ogni confine.

Riconoscere le opportunità e i benefici che derivano da questo tipo di approccio didattico risulta essere il primo ingrediente vincente verso un miglioramento dei propri strumenti didattici, una riflessione sul modo di insegnare, utilizzati nella quotidianità.

Il nostro gruppo si è voluto aprire a un confronto verso quello che è il diverso modo di operare della comunità didattica europea con la quale ci si è gemellati, ovvero, la Polonia.

Il primo incontro virtuale è stato di presentazione dei due gruppi di lavoro, quello degli studenti del corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria di Cagliari in contatto con quelli dell’università polacca di Elblag.

La presentazione personale di ogni studente è avvenuta attraverso l’utilizzo di un Padlet; nella sezione Materiali, precisamente in “File e “Video, sono state inserite la presentazione delle attrattive principali rispettivamente delle città di Cagliari e Elblag, e la descrizione dei due sistemi didattici delle rispettive università.

Questo ha dato modo di avviare un processo di comparazione e confronto tra i due mondi universitari.

Con il passo successivo si è passati all’esperienza diretta con la proposta di un’idea progettuale didattica, sulla quale lavorare insieme alla partnership, per ottenere un risultato/prodotto finale.

Per questo, è stato importante avere chiara una descrizione generale di ciò che si stava andando a fare: creare una storia; definizione dei vari passaggi delle attività; lingua da utilizzare; aree disciplinari coinvolte; finalità e obiettivi.

Italian students have planned two project ideas about children’s literature. They would like to exploit some silent books written/ made by a Sardinian  writer called Maria Lai.

The AIM of this step is:

  • sharing project ideas in order to choose the best one.

  • exploiting the best project ideas  carrying out some activities

  • sharing and comparing ideas.

PROCESS

  • in the MATERIAL: FILE  sections there are 2 FOLDERS with  the project ideas planned by two Italian groups of students. in  the MATERIAL: PICTURES section there are the pictures of the two stories: Story #1   Story #2

  • Polish students have to read, look at the pictures and choose the best project ideas that they’ll carry out working with the Italian students.

  • Polish students have to vote the best project idea using the tricider http://www.tricider.com/admin/2YJIEVtPOZp/1gYdbIu7WRJ

DEADLINE

  • Vote untill the 15th April 2016!

STEP 1: CHOOSE AND REORDER

AIM: choose pictures and reorder them in order to create a story

PROCESS: 

  • Polish students choose 9 pictures from the FOLDER :PICTURES ABOUT PROJECT IDEA 2

  • They reoder them as they prefer and put them in  sequence

  • They upload  the pictures in sequence in the PADLET  below!

DEADLINE: 4th  May 2016

STEP 2 : LET’S START WRITING

 

AIM: Working on feeling according to immagination and personal interpretation, students collaborate to write a simple story. The story should be exploited with children.

PROCESS: 

  • Polish students start writing the begining of the story according to Picture n.1, n.2, n.3

  • Then, Italian students keep on writing the story according to Picture n. 4, n. 5 and n.6.

TOOL:

  • To create the story book , we can use Mixbook (www.mixbook.com) or storyjumper (www.storyjumper.com) and share it here.

DEADLINE

Upload the texts not far then the 6th May.

STEP 3: OUR STORY CAN…

 

 

AIM: sharing ideas about exploiting our story/stories

-Polish and Italian students brainstorm ideas on how to exploit the invented story with children (What/When/Where…Which/How…Why-Because…). They can also write about using storytelling.

– They fill in a map and upload it below. They can create a map using a free tool (www.popplet.com, https://coggle.it/,http://mindmapfree.com/ )

– Then, they compare the maps and share their opinion in the Padlet.

DEADLINE. 18 June 2016

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar