Attività

Set 282017
 

Il contrasto poetico tra Sardegna e Mediterraneo: Musica, Poesia, Estetica.

Convegno Internazionale di Studi

Cagliari 3-5 ottobre 2017

Negli ultimi anni, grazie all’impegno di diversi studiosi, il campo di indagine sulla poesia improvvisata si è arricchito di numerosi e rilevanti contributi. Abbiamo un quadro alquanto articolato (benché non esaustivo) della diffusione delle diverse tipologie esecutive, con relative descrizioni delle strutture improvvisative, dei protagonisti, degli scenari esecutivi e così via. Ed abbiamo altresì alcuni contributi analitici assai approfonditi su specifiche pratiche. Tale letteratura costituisce ovviamente uno stimolo qualificato e privilegiato per andare avanti nella riflessione scientifica, per affrontare da diverse prospettive il fenomeno poesia improvvisata.

L’Università di Cagliari è particolarmente impegnata in questo settore di ricerca, entro cui ha svolto varie azioni di ricerca, partecipando, tra l’altro al progetto internazionale Incontro (Iniziative Condivise Transfornaliere di Ricerca sull’oralità – http://www.isresardegna.it/index.php?xsl=528&s=119019&v=2&c=7105&t=1)

In questo ambito si inserisce il simposio specialistico internazionale Il contrasto poetico tra Sardegna e Mediterraneo: Musica, Poesia, Estetica, promosso e organizzato dal Dipartimento di Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio e dal Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica, con la partecipazione del Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla Musica).

Il simposio si propone come momento di confronto specialistico, imperniato su nuovi contributi relativi alla Sardegna, aperto ad alcune altre pratiche delle regioni mediterranee, in un convergenza fra approcci (etno)musicologici, linguistici, filosofici, letterari. Nella prospettiva di un approccio dialogico sempre proficuo in situazioni del genere, il simposio riserverà un momento “di parola” ad alcuni poeti, rappresentanti delle quattro tradizioni vive nella nostra isola, in forma di tavola rotonda.

 

Duilio Caocci

Marco Lutzu

Ignazio Macchiarella

Maurizio Virdis

 

Locandina- Il contrasto poetico

Brochure -Il contrasto poetico

 

 

Giu 012017
 

 

 

 Scritto da in 1 giugno 2017  Attività, Attività  Commenti disabilitati su Incontro in aula con il musicista marocchino Walid Iguider.
Nov 212016
 

Mercoledì 23 novembre 2016
Ore 17.00-19.00, Aula 5
Facoltà di Studi Umanistici, Piazza D’Armi, Cagliari

Incontro con Nicola Fulgheri (musicista)
e Mario Saragato (fotografo)

Continua a leggere »

 Scritto da in 21 novembre 2016  Attività, Attività  Commenti disabilitati su Fare musica In Sardegna: incontro con Nicola Fulgheri e Mario Saragato
Nov 142016
 

15037294_1828703484040610_6139336129775935262_n

Venerdì 18 novembre 2016
Ore 11.00-13.00, Aula 5
Facoltà di Studi Umanistici, Piazza D’Armi, Cagliari

Incontro con Claudia Aru (voce)
Fabrizio Lai (chitarra) e Simone Soro (violino)

Continua a leggere »

Ott 262016
 

Giovedì 27 ottobre, ore 15 aula 5 (sa Duchessa)

conferenza della prof. Kristina M. Jacobsen (University of New Mexico)

“Indians and Cowboys: The Politics of Place in Navajo Country Music”

Una recensione della conferenza, a cura di Irene Coni e Federica Siddi, è stata pubblicata dalla rivista Blogfoolk:

http://www.blogfoolk.com/2016/11/hony-tonk-navajo-kristina-jacobsen-tra.html

Feb 232016
 

Copertina Bosa

Roberto Milleddu, Gigi Oliva, Salvatorangelo Pisanu, Le musiche di Bosa. Fare musica in Sardegna fra storia e attualità, Nota/Labimus, Udine 2015. 

Se il soundscape contemporaneo di Bosa – 8000 abitanti nella Sardegna centro settentrionale – tende a omologarsi a quello delle città dell’era globale, in passato una pluralità di suoni marcava in modo ben definito spazi, luoghi, occasioni: un continuum che attraversava il reticolo di chiese, conventi, feste e processioni, passava per le dimore della nobiltà e della borghesia professionale e commerciale, si infiltrava nei quartieri popolari in cui si dispiegava un’ampia varietà di espressioni legate al ciclo della vita, alla sfera del sacro, alla dimensione dello stare insieme. Una realtà in cui, in nel lungo periodo, hanno risuonato musiche legate a pratiche di tradizione orale – dal canto a più voci (cantu a tràgiu), alla poesia improvvisata, al canto a chitarra al canto monodico femminile – accanto a musiche “di importazione” (musica eurocolta, generi d’intrattenimento, canzone popolare) che in uno spazio urbano circoscritto hanno avuto modo di permeare tutti gli strati di una società composita.

 Scritto da in 23 febbraio 2016  Attività  Commenti disabilitati su Le musiche di Bosa
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar