Lug 252015
 

Laboratorio Integrato di Progetto e Costruzione 3

2014/15
Modulo Architettura Tecnica, Classe B
Docente: Gianraffaele Loddo

_________________________________________________________________________________

Le Tecnologie e i Linguaggi Contemporanei ad essi connessi, possono essere compatibili con il recupero e la valorizzazione di siti particolarmente significativi dal punto di vista architettonico, paesaggistico ed ambientale?

Questi i temi di fondo assunti come presupposto alle attività del Modulo Architettura Tecnica inquadrate nel Laboratorio di Progetto e Costruzione 3, dedicato quest’anno al tema:
Cagliari Teatro del mare (monumenti di città per il turismo)

Tra i siti individuati dal Laboratorio, le aree di intervento scelte sono quelle che riguardano la rivitalizzazione del Forte di S. Ignazio (sul colle di Calamosca) con relative sistemazioni degli accessi all’area e il recupero funzionale del Magazzino del Sale (attribuito a Pierluigi Nervi) e degli spazi contermini.

Le tensostrutture, sia nelle versioni composte da reti di cavi che in quelle che prevedono l’uso di membrane continue o discontinue, rappresentano , con le loro valenze di riconoscibilità e reversibilità, un valido ed alternativo strumento di intervento a impatto limitato.

Le elaborazioni, eseguite da gruppi di studenti, hanno quindi riguardato tre fasi:
– Scelta di funzioni compatibili con il progetto sviluppato durante il primo semestre;
– Localizzazione, nello stesso ambito, di aree idonee alle funzioni scelte;
– Progetto dell’oggetto dalla scala generale a quella di dettaglio costruttivo.

Il progetto delle tensostrutture pone preliminarmente particolare attenzione sul controllo dell’impatto visivo, fondamentale in siti così delicati dal punto di vista ambientale: gli studi, in questo caso, vengono compiuti su modelli fisici a grande scala (1:1000) e facendo uso di viste renderizzate.
Le definitive scelte di forma e i dettagli costruttivi vengono invece definiti su modelli fisici in scala ridotta (1:100 – 1:50) e sulle relative tavole grafiche che giungono ad illustrare i dettagli costruttivi delle opere.

Le proposte dei singoli gruppi hanno riguardato:
– Ombreggiature per belvedere sul colle di Cala Mosca;
– Ombreggiature zone di sosta su percorsi di avvicinamento al Forte;
– Stazione capolinea percorso ferrato per Molentargius;
– Sistemazione bar e ristorante a servizio di centro talassoterapico;
– Sistemazione aree di sosta sul canale.

I risultati ottenuti sono particolarmente soddisfacenti sia in termini di impegno che di qualità del progetto architettonico e permettono di rispondere affermativamente ai quesiti della premessa: le tensostrutture rappresentano possibili strumenti di intervento avendo dimostrato come, con il loro impiego, sia pienamente ed efficacemente compatibile il binomio Ambiente – Innovazione.
________________________________________________________________________________
01_Lab302_Lab303_Lab304_Lab305_Lab3
tenso4tenso3

tenso1tenso2

tenso5

_______________________________________________________________________________________________
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar